La veste tipografica

Stacks Image 28
Per quanto riguarda l’architettura del testo, è stato adottato uno schema presente in un arco di tempo ampio della storia del libro, con elementi quali le segnature sulla prima metà delle carte di ogni quinterno, tipico della tipografia italiana, con relativo registro, parole guida su ogni foglio e paginazione.
I caratteri utilizzati presentano le irregolarità tipiche dell’impressione manuale e dell’usura dei punzoni. Si noterà inoltre la presenza della lettera s nella sua forma arcaica somigliante a una f, scriveremo quindi in questo modo la parola abiffi, nella sua forma normale e ABISSI se in maiuscolo.

Ada Romita si è autrice delle riproduzioni a china delle silografie incluse nel testo.

Lettere capitali

Lettere capitali che introducono rispettivamente la prefazione e le parti denominate: libro primo, libro secondo e libro terzo; corrispondenti alle lettere: "È", "E", "N" e "C". E di tre silografie a tutta pagina.

Stacks Image 48
Stacks Image 50
Stacks Image 52
Stacks Image 54
Stampe

- Libro primo -

- Libro terzo -

- Libro secondo -

Stacks Image 57
Stacks Image 65
Stacks Image 63