Il
Necronomicon è il libro oscuro citato per la prima volta dallo scrittore americano Howard Phillips Lovecraft.
Molti credono nella sua esistenza al punto da renderlo reale e, se un libro può essere pensato e raccontato allora è possibile anche stamparlo e questo è quanto che abbiamo fatto. Partendo dalle descrizioni e analizzando le fonti abbiamo riprodotto la creatura più geniale e spaventosa di H.P.L.

Stacks Image 132
[...] aveva sentito parlare del Necronomicon, il temuto grimorio dell’arabo pazzo Abdul Alhazred, fin dall’età di sedici anni, quando il suo nascente amore per l’insolito l’aveva spinto a interrogare un vecchio libraio di Chandos Street; da allora si era sempre chiesto perché gli uomini impallidissero solo a sentirlo nominare.
Non è morto ciò che in eterno può attendere E col passar di strani eoni anche la morte può morire.
Abdul Alhazred
Il libraio gli aveva detto che, a quanto era dato sapere, solo cinque copie erano sopravvissute alle purghe della chiesa e dei legislatori, ed erano tenute sotto chiave da custodi che avevano tentato di decifrare i suoi mostruosi caratteri.
Ora, finalmente, Williams aveva trovato una copia accessibile ed era riuscito a comprarla per un prezzo incredibilmente basso nel negozio di un ebreo a Clare Market, in quello squallido quartiere, nel quale in passato aveva trovato altre cose interessanti.

The Descent (1926)
Stacks Image 661